Il Cencio
Aperiodico libertario dell'Agro Pontino
A Gaetano Bresci
Categories: Diario

29 luglio 1900
«Io non ho ucciso Umberto. Io ho ucciso il Re. Ho ucciso un principio»

Giunto dall’America per vendicare la strage poliziesca ad opera di Bava Beccaris, che dopo aver massacrato civili innocenti che protestavano per il pane è stato addirittura promosso dallo stato italiano (certe cose non cambiano mai), Gaetano Bresci, fotografo, tessitore ed anarchico, sparava un colpo di pistola al cuore di Umberto I.

Ricordiamo Gaetano, vendicatore del popolo, che vide terminare i suoi giorni in circostanze misteriose nel carcere di Santo Stefano (Ventotene).

Contro ogni oppressore del popolo!

«Ma un giorno i dì verranno, che papa, re e signori, con i birri lor cadranno, per man dei malfattori!» (Canto dei Malfattori)

 

(in foto, Gaetano Bresci ed il monumento a lui dedicato al cimitero di Carrara)

images.duckduckgo.com Monumento_Bresci

Leave a Reply